Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Passaporti

 

Passaporti

AVVERTENZE:

GLI UTENTI SONO PREGATI DI NON ACQUISTARE BIGLIETTI AEREI SENZA PRIMA AVER OTTENUTO IL RILASCIO DI UN NUOVO PASSAPORTO O AVER CONTROLLATO LA VALIDITÀ DEL PASSAPORTO DI CUI SI È GIÀ IN POSSESSO.

IL POSSESSO DI UN BIGLIETTO AEREO NON RAPPRESENTA MOTIVO D’URGENZA VALIDO PER IL RILASCIO.

 

 

Passaporti - Informazione

Il passaporto è un documento di viaggio e riconoscimento. L’autorità competente a provvedere sulle domande di rilascio di passaporto è di norma quella preposta all'Ufficio o alla Rappresentanza all'estero (Questure, Commissariati, Uffici consolari) nella cui circoscrizione risiede il richiedente.

 

Tipologie di Passaporto

La normativa vigente prevede le seguenti tipologie di passaporto:

a) Passaporto ordinario: libretto a formato unico a 48 pagine;
b) Passaporto temporaneo: libretto a 16 pagine;
c) Passaporto collettivo: rilasciato esclusivamente dalle Questure in Italia per motivi culturali, religiosi, sportivi, turistici, od altri previsti da accordi internazionali.

Tutti i passaporti in corso di validità, compresi quelli con figli minori iscritti, restano validi fino alla loro naturale data di scadenza.

Per il rilascio del passaporto occorre presentarsi all’Ufficio Passaporti della Circoscrizione Consolare in cui il cittadino è residente con la seguente documentazione:

- conferma stampata dell'appuntamento prenotato tramite il programma "Prenot@Mi"
- formulario di richiesta del passaporto firmato dall'interessato; - atto/i di assenso ove previsto/i;

- DNI e passaporto italiano, se posseduto, con fotocopia dello/gli stesso/i;
- due fotografie recenti (uguali, frontali, a colori, fondo bianco, 3,5 x 4 cm) ESEMPI DI FOTO PER PASSAPORTO;
- ricevuta del pagamento del costo del passaporto come da Tabella dei Diritti Consolari presente nel sito web del Consolato.

 

 

Si ricorda che l’indirizzo di residenza del richiedente deve corrispondere a quello in possesso del Consolato. Ogni variazione deve essere comunicata al Consolato via Fast It (https://serviziconsolari.esteri.it/ScoFE/index.sco) prima di procedere alla richiesta di rilascio di passaporto.

 

Nel caso in cui il richiedente abbia figli minori di anni 18, è necessario presentare l’atto di assenso al rilascio del documento compilato e firmato da parte dell’altro genitore, a prescindere dallo stato civile del richiedente (celibe/nubile, coniugato, separato o divorziato)

 

Il genitore non cittadino dell’Unione Europea e residente all’estero, deve necessariamente presentarsi presso gli sportelli consolari per l’autentica della firma, previa sua identificazione, da parte del funzionario consolare oppure far autenticare la propria firma da parte dell’autorità straniera, corredata di opportuna legalizzazione ed apostille.

 

Si ricorda che tutta la documentazione necessaria per il rilascio del passaporto dovrà essere presentata in originale il giorno fissato attraverso il Prenot@mi.

 

In caso di furto o smarrimento del passaporto, oltre alla documentazione prevista, è necessario produrre copia della denunciapresentata alle competenti autorità locali di polizia.

 

In caso di deterioramento od esaurimento delle pagine del passaporto, oltre alla documentazione prevista, è necessario compilare il modulo di autocertificazione.

 

Il costo di un nuovo passaporto è di 116,00 euro da pagare in pesos argentini coma da Tabella dei Diritti Consolari presente nel sito web del Consolato.

 

ATTO DI ASSENSO


L'atto di assenso è una dichiarazione personale che il genitore può sottoscrivere utilizzando l'apposito modulo disponibile presso l'Ufficio passaporti o redigendo una dichiarazione sostitutiva di certificazione; all'atto di assenso va allegata una fotocopia del proprio documento di identità. La firma del genitore non cittadino dell’Unione Europea va autenticata dall’Ufficio consolare.
In caso di decesso di uno dei genitori, è necessario presentare l’atto di morte dello stesso.
In assenza dell’assenso dell’altro genitore, il Capo della Rappresentanza consolare, nella sua veste di Giudice Tutelare dei minori residenti nella circoscrizione può, dopo aver effettuato gli accertamenti di rito, autorizzare il rilascio del passaporto al richiedente con apposito Decreto consolare.

 

PASSAPORTO INDIVIDUALE PER I MINORI


A norma del Decreto Legge n. 135/2009, convertito in legge n. 166/2009, dal 25 novembre 2009 non è più possibile iscrivere i figli minori sul passaporto dei genitori.

I minorenni devono essere pertanto muniti di passaporto individuale con validità temporale differenziata in base all'età:

• 3 anni di validità per i minori da 0 a 3 anni;
• 5 anni di validità per i minori da 3 a 18 anni.

I minori di anni 14 devono viaggiare in compagnia di uno dei genitori o di chi ne fa le veci, oppure deve essere menzionato sul passaporto - o su una dichiarazione, convalidata dalla Questura o dall’autorità consolare, rilasciata da chi può dare l’assenso - il nome della persona, dell’ente o della compagnia di trasporto a cui i minori medesimi sono affidati.
N.B.

Dal 26 giugno 2012 tutti i minori italiani che viaggiano dovranno essere muniti di documento di viaggio individuale. Pertanto, a partire dalla predetta data i minori, anche se iscritti sui passaporti dei genitori in data antecedente al 25 novembre 2009, dovranno essere in possesso di passaporto individuale oppure, qualora gli Stati attraversati ne riconoscano la validità, di carta d’identità valida per l’espatrio o di altro documento equipollente.

 

APPROFONDIMENTI:

https://www.esteri.it/mae/it/servizi/italiani-all-estero/documenti_di_viaggio/passaporto.html


27